Questo sito non utilizza cookie persistenti e raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più leggi la Privacy policy.

AwnOrdine Architetti - Pianificatori, paesaggisti, conservatori della provincia di Ravenna

FORMAZIONE PROFESSIONALE PERMANENTE

 

 

In continuità con quanto messo in atto dal 2011 ad oggi, il Consiglio dell’Ordine nella seduta del 31 gennaio u.s., in ottemperanza a quanto definito dal D.P.R. 137/2012 , ha deliberato di proseguire per l’anno in corso l’attività di Formazione Professionale Permanente in via sperimentale.

La data di entrata in vigore dell’obbligatorietà di tale istituto sancita dal DPR 137/2012 è fissata per il prossimo mese di agosto. Nel frattempo il Consiglio Nazionale, in accordo e collaborazione con gli Ordini territoriali, sta elaborando il Regolamento per lo sviluppo professionale continuo che dovrà essere presentato al Ministro della Giustizia per la necessaria approvazione. A questo seguirà un regolamento nazionale interno, da emanarsi da parte del Consiglio Nazionale entro il prossimo mese di agosto, nel quale verranno definiti in modo dettagliato gli argomenti e gli ambiti di applicazione  della formazione, le modalità di valutazione del credito formativo e oltre agli aspetti tecnici metodologici dell’attuazione della formazione la cui gestione sarà affidata in prima istanza al Consiglio nazionale unitamente agli Ordini provinciali, raggruppati o meno in federazioni o consulte, ai quali si potranno affiancare previo accreditamento università o altri enti.

Riaffermando quanto deliberato nella seduta del 23/12/2010 (pubblicato sul Foglio Notizie del 20/01/2011) il Consiglio dell’Ordine, nella piena autonomia attribuitagli dalla legge, delibera perciò di proseguire con l’attività già intrapresa, comprendendovi un numero sufficientemente ampio di iniziative culturali dello stesso livello tipologico e di qualità ed in linea con quanto si sta mettendo a punto in sede di Consiglio Nazionale (corsi di specializzazione, seminari, convegni, viaggi di studio, ecc).  A ciascuna  delle iniziative che verranno intraprese, di volta in volta e preventivamente, il Consiglio dell’Ordine delibererà di riconoscere ed attribuire il relativo valore determinandone i “crediti” utili per il rilascio dell’attestato di frequenza, ove saranno riportati oltre la denominazione dell’iniziativa, i suoi contenuti ed, appunto, i crediti ad essa corrispondenti.

Il Consiglio dell’Ordine - oltre alle iniziative direttamente promosse ed organizzate -  riconoscerà come equipollenti anche altre iniziative promosse da Ordini Professionali, che vi abbiano attribuito preventivamente la qualità di Formazione Professionale Permanente; lo stesso dicasi per eventuali iniziative promosse dalle università ed ex Facoltà di Architettura, alle quali iniziative il Consiglio dell’Ordine ritenga di potere riconoscere la qualità di  Formazione Professionale Permanente.

Inoltre, seppure l’orientamento a livello nazionale sia quello del raggiungimento di 90 crediti nell’arco di un triennio, il Consiglio dell’Ordine ha ritenuto opportuno mantenere come obiettivo, anche per l’anno 2013, il raggiungimento/conseguimento annuo di 10 crediti formativi.

Anche per assecondare le esigenze degli Iscritti, le attività culturali organizzate dal Consiglio dell’Ordine a cui sia riconosciuto il carattere di formazione professionale verranno raggruppate ed articolate in tre cicli di incontri - Discorso sulla città, Discorso sull’architettura, Discorso sulla professione  - che illustreranno e svilupperanno le peculiarità della progettazione fondata sulla critica e la cultura architettonica ed urbana, oltre agli aspetti istituzionali e tecnici della pratica professionale.

Infine, in continuità con l’attività culturale che da anni l’Ordine  promuove nella più assoluta autonomia intellettuale (senza ricorrere a sponsors o a “pacchetti pre confenzionati”), anche per l’anno in corso si intende garantire l’opportunità, a tutti gli Iscritti all’Albo, di partecipare a convegni ed incontri che si qualifichino per oggettive qualità culturali e chiare finalità etiche.

 

 

Il Presidente del Consiglio dell’Ordine                                            

Arch. Gioia Gattamorta