Questo sito non utilizza cookie persistenti e raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più leggi la Privacy policy.

AwnOrdine Architetti - Pianificatori, paesaggisti, conservatori della provincia di Ravenna

pagina in aggiornamento

 

ARCHITETTO: CONDIVISIONE SPAZI PER ATTIVITA' PROFESSIONALE

- "Volevo chiedere un parere su un eventuale ufficio condiviso con altra attività separata (agenzia immobiliare). Ho trovato in un'agenzia un negozio da utilizzare come ufficio, il titolare in fase di trattativa mi ha proposto di prendere lui una parte della vetrina per esporre una bacheca con le sue case in vendita in cambio di una parte dell'affitto. E' una cosa fattibile e lecita o potrebbe generarsi qualche equivoco e quindi meglio evitarla?"
(febbraio 2014)

ARCHITETTO E ATTIVITA' E-COMMERCE

- "Mi occupo di restyling degli ambienti ed oltre all'attività propria di architetto svolta in modo tradizionale vorrei accedere allo sviluppo dell'e-commerce sempre relativo al mio  settore. Nello specifico si chiedo se:
1) ci sono incompatibilità tra l'attività esercitata in modo tradizionale e la stessa attività svolta con consulenze e/o corsi on line;
2) se attraverso il mio sito o portale posso  suggerire beni/prodotti per il decoro che io stesso utilizzo nelle mio opere di restyling (ovviamente
con il consenso del produttore);
3) se un domani progetto un bene per l'ambiente domestico o per uffici, o per esterni, sempre nell'ambito della mia attività di architetto, posso
poi metterlo in vendita sul mio sito."
(novembre 2015)

ARCHITETTO E ATTIVITA' COMMERCIALE

- "Vorrei sapere se l'attività di commercio all'ingrosso (con relativa iscrizione in Camera di Commercio) è considerata compatibile con l'attività professionale di architetto. Si tratta di un'attività di commercio cmpletamente slegata dagli incarichi professionali da architetto, essendo settori diversi. Mi occupo infatti di fashion design, ma producendo e distribuendo in proprio viene considerata un'attività di commercio".
(giugno 2011)

ARCHITETTO E FORMALIZZAZIONE DELL'INCARICO PROFESSIONALE

“Sto lavorando da diverso tempo per una società per la quale ho progettato e seguito l’iter autorizzativo di un Piano Particolareggiato di iniziativa privata. L’iter è stato lungo e laborioso ed ha richiesto molto lavoro, inizialmente non previsto, per il quale ho mandato preventivi e richieste di integrazione al contratto che non hanno mai ricevuto risposta. Nel frattempo ho continuato a lavorare per non rallentare ulteriormente l’iter autorizzativo. A questo punto siamo arrivati ad un passo dall’autorizzazione e il Comune ci chiede altre modifiche ai documenti , che nascono da precise richieste della proprietà per modificare perimetri di interventi, stralci, fideiussioni. A fronte di queste ulteriori richieste di lavoro, ho chiesto alla proprietà di formalizzare il mio impegno, pena l’interruzione dei lavori.
In questo modo rischio di essere accusato di aver procurato un danno alla società? Devo forse concludere tutti i lavori e rimandare ad un secondo tempo le rivendicazioni economiche?”
(ottobre 2015)

ARCHITETTO E PARTECIPAZIONE A SOCIETA' DI PERSONE O DI CAPITALI

-  "Chiedo se l’assunzione dell’incarico di “amministratore unico” di una società a responsabilità limitata avente per oggetto la costruzione di immobili sia compatibile con la professione di Architetto; considerando che tale incarico rientra nella sfera amministrativa  e riveste il carattere di straordinarietà e di limitatezza nel tempo. Il sottoscritto, nella società , non ha incarichi di carattere progettuale od altri che abbiano attinenza con la professione di architetto. Per quanto riguarda la riscossione del compenso di amministratore sono orientato ad emettere fattura come se fosse un compenso professionale. E’ corretto?"
(dicembre 2014)

- "Mi è stata data la possibilità di acquistare un negozio con la creazione di una società (Srl con 2 soci) dove io avrei la maggioranza e ne sarei l’amministratore. Chiedo quindi se questa società sia una cosa fattibile da realizzare, in concomitanza dell’attuale mia professione di Architetto."
(gennaio 2015)

"Un architetto libero professionista può essere socio di in una società a responsabilità limitata o di una SAS?"
(maggio 2016)

- "Vorrei sapere se è possibile essere iscritto all'Ordine e nello stesso momento far parte di una società, nello specifico una s.r.l."
(giugno 2016)

DIPENDENTI PUBBLICI E ISCRIZIONE ALL'ORDINE PROFESSIONALE

- "L'architetto dipendente pubblico può evitare l'iscrizione all'Albo?"
(aprile 2016)

ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE IN FORMA ASSOCIATA

- "Vorrei conoscere la procedura corretta da seguire per aprire uno studio associato con un altro architetto"
(febbraio 2015)

LASTRICO SOLARE E DISTANZE TRA LE COSTRUZIONI

- "Vorrei avere informazioni sulle prescrizioni contenute nel Codice Civile e relative a:
1. il lastrico solare e la possibilità di considerarlo superficie utile per la realizzazione di un terrazzo;
2. la possibilità di costruire sul terrazzo un deposito attrezzi e quale distanza rispettare dalle costruzioni vicine;
3. la possibilità di eseguire il parapetto in muratura piena;
4. la possibilità di realizzare sul terrazzo un pergolato;
5. la possibilità di realizzare una scala di accesso per il terrazzo e utilizzare altra scala secondaria;
6. la possibilità di sopraelevare il muro di confine del terrazzo e di elevarlo in aderenza e sopra al muro del vicino".
(agosto 2014)

LETTERA DI INCARICO E RIFERIMENTO ALLE TARIFFE ABROGATE

MURO COMUNE E COSTRUZIONI IN ADERENZA

- "Il mio committente è proprietario di una casa in centro storico che è adiacente ad un'altra costruzione. Non so ancora se il muro dell'edificio è comune oppure se si tratta di muri in aderenza o in appoggio. Come devo comportarmi per poter demolire e ricostruire eventualmente sopraelevendo?
(ottobre 2014)

- "Il mio committente è proprietario di una casa piuttosto vecchia una cui trave è innestata nel muro del vicino, costruito in aderenza. Può il mio committente demolire il muro in aderenza?"
(novembre 2014)

NATURA E AMBITO DI APPLICAZIONE NORME DEONTOLOGICHE

- "Un architetto iscritto all'Albo che è anche amministratore di società è tenuto a rispettare le norme deontologiche anche durante lo svolgimento di tale seconda attività?"
(marzo 2015)

PRESTAZIONI OCCASIONALI

- "Ho sentito il mio commercialista e mi ha riferito che l' Art. 61. comma 3 del D.L.  276 del 2003 (legge Biagi) è stato modificato dalla L. 28 giugno 2012, n. 92 (Riforma Fornero)  all'art. 1, comma 27 dice che  "La disposizione concernente le professioni intellettuali per l'esercizio delle quali e' necessaria l'iscrizione in albi professionali, di cui al primo periodo del comma 3 dell'articolo 61 del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, si interpreta nel senso che l'esclusione dal campo di applicazione del capo I del titolo VII del medesimo decreto riguarda le sole collaborazioni coordinate e continuative il cui contenuto concreto sia riconducibile alle attivita' professionali intellettuali per l'esercizio delle quali e' necessaria l'iscrizione in appositi albi professionali. In caso contrario, l'iscrizione del collaboratore ad albi professionali non e' circostanza idonea di per se' a determinare l'esclusione dal campo di applicazione del suddetto capo I del titolo VII". 
In sostanza le prestazioni occasionali professionali sono ammesse. Può cortesemente confermarmi ciò?"
(luglio 2014)

RINUNCIA ALL'INCARICO PER MOTIVI DI SALUTE

- "Può un architetto dare le "dimissioni" da un lavoro la cui pratica in Comune è tutt'ora pendente? Ciò può essere fatto per motivi di salute? E' necessario indicare in Comune il subentrante?" 
(dicembre 2015)